Seguici su

Indietro Sposa Moderna

Castello Boncompagni Viscogliosi

Dimore d'epoca e Castelli

LA STORIA

"Non è possibile trovare niente di più romantico della posizione dell'antico castello dell'Isola, che ragioni di sicurezza, devono aver fatto situare in alto, quasi appollaiato sul punto più elevato di un isolotto formato dal Garigliano". Così nel 1789 C.U.  De Salis Marschlins, descrisse, nel suo "Viaggio nel Regno di Napoli", l'incantevole posizione dell'antico castello Boncompagni, che ancor oggi domina, con la sua mole imponente, le cascate del Liri.
L'ampio sperone roccioso, naturalmente difeso dai rami del Liri, venne scelto sin dal IX secolo, come luogo di difesa. Nelle Cronache dell'XI secolo Isola è ricordata come Insula filiorum Petri, cioè Isola dei figli di Pietro I Rachis, gastaldo di Sora ed Arpino.
Nel XII secolo si parla per la prima volta di un Castellum Insulae, proprietà del vescovo di Sora. Alla fine del XIII secolo, con l'avvento degli Angioni, il castello di Isola entrò a far parte del Regno di Napoli. Il primo Duca che fissò stabilmente la propria residenza nel castello, curandone il restauro e l'ampliamento, fu, nella seconda metà del XV secolo, Leonardo della Rovere, nipote del Papa Sisto IV.
A tale periodo possiamo far risalire la costruzione  della grande Sala con soffitto a cassettoni (Salone delle Rondinelle).
Nel 1580 il Ducato di Sora, con Isola, venne acquistato da Giacomo Boncompagni, figlio del Papa Gregorio XIII: da questo momento il Palazzo dell'Isola divenne la residenza ordinaria dei Duchi, il cui stemma, il Dragone con la coda mozza, è visibile in più parti del Castello. I Duchi ampliarono l'antica fabbrica trasformandola in un imponente Palazzo, arricchito anche dalla presenza di due ameni giardini posti al di là dei due rami del Liri.
Nel giardino prospiciente l'ingresso del Palazzo verso l'abitato di Isola, venne inoltre realizzata, nel corso del XVII secolo, una Cappella  a pianta circolare oggi dedicata alla Madonna delle Grazie. Nella maestosa Sala delle Rondinelle vennero realizzati affreschi risalenti alla fine  del XVI secolo ed attribuibili ad un pittore di scuola bolognese, rappresentanti episodi biblici e figure femminili di virtù. Interessante anche il Salone dei Diciotto Paesi in cui sono visibili altrettanti autorilievi in stucco raffiguranti tutti i paesi del ducato di Sora. Dopo circa due secoli di amministrazione dei Boncompagni, nel 1796, il feudo fu aggiunto per permuta al Demanio del Regno di Napoli. In seguito il Demanio decise di concederlo in locazione all'industriale C. Lambert. Successivamente, nel 1850, il castello fu venduto al sig. G. Polsinelli e poi a Gaietani di Laurenzana. Negli anni '20 fu acquistato dall'ingegner Angelo Viscogliosi, capostipite degli attuali proprietari. Egli lo restaurò e lo utilizzò come opificio industriale e sua residenza privata.

IL PALAZZO DELL'ISOLA

Così denominato in tempi antichi, il castello Boncompagni Viscogliosi, è sicuramente uno dei più affascinanti castelli del Lazio, grazie alla sua posizione dominante sulle note e scenografiche cascate. Sorge, infatti, su uno sperone di roccia lì dove le acque del fiume Liri, dividendosi in due rami, formano da un lato la cascata Verticale e, dall'altro, le cascate dette del Valcatoio. Al castello si accede attraverso un ponte medievale che offre anche la suggestiva visione delle acque spumeggianti.
Tutto intorno un ampio parco ombreggiato da alberi secolari ci riserva scorci straordinari dai quali è possibile ammirare il grandioso salto di circa 27 metri della Cascata Verticale, uno scenario davvero unico.

LE SALE AFFRESCATE

Il grande Salone delle Rondinelle, riccamente decorato con affreschi della fine del '500, la luminosa Sala delle Logge e la più intima Sala Vailcatoio, sono la cornice ideale per trascorrere momenti importanti in un'atmosfera particolare di altri tempi, sia di giorno che di notte. Le Sale, con capienza fino a 250 persone, possono essere allestite per ospitare matrimoni, ricevimenti, meeting, feste, manifestazioni artistiche culturali.

IL CORTILE E IL PORTICO

Il cortile quadrangolare ed il fresco portico, luoghi tranquilli e riservati particolarmente adatti ad eventi speciali.

LA TORRE MEDIEVALE

Di origine medievale, la possente Torre svetta sul Cortile ed assume una veste particolarmente suggestiva con l'illuminazione notturna.

LA CAPPELLA

Dedicata alla S.S. Madonna delle Grazie, la seicentesca cappella di famiglia sorge nella parte inferiore del Parco e vi si può accedere anche dal centro storico del Paese. La sua forma a pianta circolare è ideale per celebrare eventi religiosi riservati e importanti.
 

Foto

noname
noname
noname
noname
noname
noname
noname
noname
noname
noname
noname
noname

Contatta il fornitore

Per un preventivo gratuito e altre info sul servizio potete compilare comodamente il form qui sotto e sarete ricontattati al più presto!

No
No

Acconsento al trattamento dei miei dati personali per iniziative di marketing di Sposa Moderna o dei suoi clienti, e alla pubblicazione delle foto inviate a Sposa Moderna, secondo la Informativa Privacy

Indirizzo:

Cellulare:

Website:

Via Giustiniano Nicolucci, 03036, Isola del Liri (Frosinone)

348 7075201

www.castelloboncompagniviscogliosi.it